Caravaggio in cucina di Renato Marcialis. Mostra ancora visitabile fino al 15 novembre al San Rocco

non-posso-aspettare-caravaggio-incucina-renato-marcialisReduce dal boom di visite riscontrate durante la settima edizione di TrapanInPhoto, festival della fotografia organizzato dal 5 al 15 ottobre 2017 dal gruppo Scatto dell’Associazione I Colori della Vita, è possibile ancora ammirare la spettacolare esposizione di Renato Marcialis, Caravaggio in cucina,  nel salone al primo piano del Museo di arte contemporanea San Rocco di Trapani .

Il lavoro, presentato  per la prima volta nel 2008 e in continua evoluzione, presenta immagini pittoriche di alimenti e utensili da cucina, di cacciagione, frutta e verdura rappresentati con l’utilizzo della tecnica del  “light painting”. Attraverso la sapiente gestione della luce e della composizione, l’autore è riuscito a  fare emergere le sue nature morte dal buio della scena ricalcando in qualche modo lo stile usato dal Caravaggio nei suoi dipinti.

Renato Marcialis, fin dagli anni Settanta si è rivolto al genere della fotografia gastronomica con assoluta dedizione, a tal punto da legare in maniera esclusiva, il proprio nome a questo specifico settore professionale.  Ha contribuito con le sue immagini a un centinaio di pubblicazioni di gastronomia e sull’universo dei cocktail, ha collaborato con chef, aziende alimentari e varie realtà in progetti anche promozionali. Ha all’attivo circa cinquanta libri di gastronomia e le sue immagini sono rappresentate in tutto il mondo dalle agenzie fotografiche.

Renato Marcialis così spiega la sua opera:

Il tipico pennello del pittore intriso di colori, nel mio lavoro è sostituito da un  ugual pennello dal qualezucchine-col-turbante-caravaggio-incucina-renato-marcialis al posto dei colori, scaturisce un raggio di luce con cui illumino, dove ritengo opportuno, i soggetti posizionati in una accurata composizione.
Ulteriore peculiarità è l’uso della tela fine art Epson che con la tecnica fotografica e l’apposizione di una vernice di protezione applicata a mano, crea una superficie leggermente striata dovuta alle setole del pennello e porta spesso chi guarda queste immagini a scambiarle per veri dipinti ad olio.

Mi ricordano il grande Michelangelo Merisi detto il Caravaggio. E con l’ironia che spesso mi contraddistingue, ho voluto chiamare questa nuova avventura artistica “Caravaggio in cucina”.

La mostra è visitabile fino al 15 novembre 2017

Orari visite : Mercoledì giovedì venerdì e sabato 17.00/20.00

 

Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+